SHARE

OSSOLANO
Sistema di qualità: DOP
Categoria merceologica: Formaggi
Prodotto nelle province di:  Verbano-Cusio-Ossola

ZONA DI PRODUZIONE E STORIA

Storicamente, nelle aree montane dell’arco alpino, e quindi anche nelle valli Ossolane, l’allevamento del bestiame costituiva il perno delle attività agricole. In particolare, il latte prodotto in azienda veniva (e viene tuttora) trasformato in un formaggio che oggi ha un nome “Ossolano” . La prima testimonianza storica risale al 12 Luglio 1006, quando il vescovo di Novara, Pietro, affitta i beni della Pieve di San
Vincenzo di Vergonte a un certo Grimaldo, fissando l’affitto in “1OO libbre di formaggio da consegnarsi nel castello nuovo di Domodossola al medesimo vescovo ed ai suoi successori a Domo”.
Nel 1598 il vescovo di Novara, Carlo Bescapé, volendo fare un omaggio a Papa Clemente VIII che sì recava a Ferrara per prendere possesso del feudo degli Estensi dopo la morte di Alfonso II, gli invia due casse di formaggio e prega il suo Castellano di Orta di procurargli 150 libbre di formaggio tra cui vi siano due forme di Antrona e Bognanco (due delle valli Ossolane).

La striscia di terra che si estende sul versante italiano delle alpi Pennine dal Monte Rosa al Gries èl’Ossola. Corre da nord a sud per circa 72 km con una larghezza massima di circa 37 Km.
Confina a nord con il Cantone Svizzero del Vallese, ad est con quello del Ticino, a sud con il lago maggiore e a ovest con la Valsesia. La Valle Ossola è raffigurabile come una grande foglia di acero, le cui nervature sono costituite dai fiumi e torrenti che percorrono le sette valli laterali e confluiscono nella nervatura centrale, rappresentata dal fiume Toce. Sette sono le valli laterali che si immettono nella valle del Toce: Anzasca, Antrona, Bognanco, Divedro, Antigorio-Formazza, Isorno e Vigezzo.
Gli allevamenti ed i caseifici che rispettivamente producono il latte, eseguono la lavorazione e la stagionatura del formaggio D.O.P. “Ossolano” e del formaggio D.O.P. “Ossolano d’Alpe” sono ubicati nel territorio ossolano, situato nella parte nord della provincia del Verbano Cusio Ossola.
Il formaggio D.O.P. “Ossolano d’Alpe” viene ottenuto da latte prodotto e caseificato in alpeggi ubicati nel medesimo territorio delimitato, ad altitudini non inferiori a 1.400 metri s.l.m.

CARATTERISTICHE DEL FORMAGGIO
Il formaggio D.O.P. “Ossolano” presenta le seguenti caratteristiche di forma e dimensioni:
– forma cilindrica a scalzo diritto o leggermente convesso, con facce piane o quasi piane;
– peso da 6,0 a 7,0 kg.;
– altezza dello scalzo da 6,0 a 9,0 cm. e diametro da 29,0 a 32,0 cm.
Il formaggio D.O.P. “Ossolano” presenta le seguenti caratteristiche organolettiche:
– crosta: liscia, regolare, di colore paglierino, tendente a diventare più intenso con l’avanzare
della stagionatura;
– pasta: consistente, morbida, con occhiatura irregolare di piccole dimensioni, di colore
variabile dal leggermente paglierino al paglierino carico, fino al giallo intenso;
– sapore: aroma caratteristico, armonico e delicato, legato alle varietà stagionali della flora,
risultando più intenso e fragrante con l’invecchiamento.