Home RICETTE Yogurt

Yogurt

918
0
SHARE

Fare lo Yogurt in casa

Lo yogurt è in teoria molto semplice da fare, ma in realtà (come capita per altri alimenti fermentati che si ottengono in casa come il pane, la pizza, i crauti) bisogna prenderci un po’ la mano. Il che non è per niente difficile, ma occorre insistere e mettere in conto qualche contrattempo. Per prima cosa, il latte e lo yogurt che fungerà da starter devono essere il più freschi possibile. È opportuno quindi che il latte sia del tipo «fresco pastorizzato » o «fresco pastorizzato di alta qualità» e che lo yogurt starter sia il più lontano possibile dalla data di scadenza impressa sulla confezione. Il latte va scaldato fino a 40-45° C e non oltre. Se la temperatura sale oltre i 49° C i fermenti vengono inattivati e, d’altra parte, se scende al di sotto dei 35° C la fermentazione si arresta. Si versa poi lo yogurt nel latte tiepido e si mescola accuratamente. A questo punto si possono riempire i vasetti che vanno inseriti nella yogurtiera per il tempo necessario (da 3 a 10 ore, in funzione del grado di acidità desiderato).
Raccomandiamo una scrupolosa pulizia di tutti gli utensili e il rispetto delle temperature indicate in modo da ridurre al minimo sia l’eventualità di un inquinamento batterico (che non è pericoloso, ma può dare origine a un prodotto poco gradevole) sia l’interferenza nella fermentazione.