TINCA GOBBA DORATA DEL PIANALTO DI POIRINO

index-1.php index-4.php

Tinca Gobba Dorata del Pianalto di Poirino
Sistema di qualità: DOP
Categoria merceologica: Pesci
Prodotto nelle province di: Torino

Nome scientifico: Tinca tinca
Descrizione

Corpo leggermente ovaliforme robusto e solitamente ricoperto da abbondante muco. Peduncolo caudale largo e carnoso. Bocca terminale con labbra spesse munita di un solo paio di barbigli situati agli angoli. Pinna caudale con margine quasi dritto ed apici tondeggianti.
Taglia massima
70 cm circa
Colorazione

Da verde scura o molto scura a bruno – olivastra dorsalmente, con riflessi dorati sui fianchi; giallastra o biancastra, talvolta con riflessi rossastri, sul ventre; esistono varietà con livrea giallo – dorata con macchie nere, oppure a colorazione grigiastra con macchie bianche
Distribuzione

Specie prevalentemente bentofaga d’acqua dolce che si ritrova talvolta anche in acque salmastre a bassa salinità; oggetto d’allevamento. Italia: (specie autoctona) comune, presente ovunque. Europa: specie presente ovunque, tranne che nella parte settentrionale della Scandinavia, in Scozia, in Corsica e nella parte meridionale della Penisola Balcanica. Asia: presente dall’Asia Minore settentrionale al Caucaso ed alla Siberia, ad eccezione delle zone più settentrionali. America settentrionale: introdotta negli Stati Uniti. Australia: introdotta in Tasmania
Valore commerciale

Specie di discreto interesse alimentare sui mercati italiani, anche se il suo consumo in progressiva contrazione e la sua presenza sui mercati tende a divenire sporadica; commercializzata fresca intera ed anche viva. Si segnalano alcune realtà produttive in acquacoltura sul territorio piemontese.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>