Home DOC NEBBIOLO D’ALBA

NEBBIOLO D’ALBA

330
0
SHARE

index-4.php tipicamente_piemonte

Nebbiolo d’Alba
Sistema di qualità: DOC
Categoria merceologica: Vini
Prodotto nelle province di: Cuneo

ZONA DI PRODUZIONE E STORIA
Le uve utilizzate per la produzione del vino Nebbiolo d’Alba DOC devono essere prodotte nella zona di origine costituita dall’intero territorio dei comuni della Provincia di Cuneo: Canale, Castellinaldo, Corneliano d’Alba, Monticello d’Alba, Piobesi d’Alba, Priocca, S.Vittoria d’Alba, Vezza d’Alba, Sinio e Govone, Alba, Bra, Baldissero d’Alba, Castagnito, Diano d’Alba, Grinzane Cavour, Guarene, La Morra, Magliano Alfieri, Monchiero, Monforte d’Alba, Montà, Montaldo Roero, Montelupo Albese, Monteu Roero, Novello, Pocapaglia, Roddi, Roddino, S. Stefano Roero, Sommariva Perno e Verduno.
Per la produzione di questa DOC sono idonei esclusivamente i vigneti aventi una composizione del terreno argillosa, calcarea, silicea, una giacitura esclusivamente collinare, con un’altitudine non superiore a 650 metri s.l.m.

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO
Le operazioni di vinificazione e di invecchiamento obbligatorio del vino Nebbiolo d’Alba DOC devono essere effettuate nella provincia di Cuneo, Asti e Torino.
Il vino Nebbiolo d’Alba DOC all’atto dell’immissione al consumo deve rispondere alle seguenti caratteristiche:

– Colore: rosso rubino tendente al granato;
– Odore: fruttato e caratteristico;
– Sapore: secco, vellutato ed armonico.

La gradazione alcolica minima è di 12,00% vol.
Il Nebbiolo d’Alba DOC che in seguito all’invecchiamento porta la menzione “superiore” deve possedere una gradazione alcolica minima di 12,50% vol. e un caratteristico sentore di legno. Esistono poi anche le versioni spumante e spumante rosè, le quali possiedono una gradazione alcolica minima di 11,50% vol e una spuma fine e persistente.

ABBINAMENTI CONSIGLIATI
Il Nebbiolo d’Alba DOC si abbina ai primi piatti al ragù, anche di pasta all’uovo, ai risotti con selvaggina, nonché agli arrosti e alle grigliate di carne rossa oppure al pollame nobile e ai formaggi a media stagionatura. In Piemonte l’abbinamento tradizionale del Nebbiolo d’Alba è con i piatti al tartufo.