Home DOCG BARBARESCO

BARBARESCO

488
0
SHARE

index-4.php index-5.php

Barbaresco
Sistema di qualità: DOCG
Categoria merceologica: Vini
Prodotto nelle province di: Cuneo

ZONA DI PRODUZIONE E STORIA
Il Barbaresco DOCG viene prodotto nei comuni di Barbaresco, Neive, Treiso e San Rocco, ricadenti nella provincia di Cuneo. Questa DOCG deve essere ottenuta esclusivamente dalle uve del vitigno Nebbiolo delle sottovarietà:
Michet;
Lampià
Rosè
Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione di questo vino sono legati strettamente alle zone collinari, di giacitura ed orientamento adatti ed i cui terreni siano prevalentemente argilloso-calcarei.
Alla fine del 1800, il direttore della Scuola Enologica di Alba ha dato il via alla valorizzazione del vino Barbaresco, un vino che deriva dal vitigno Nebbiolo.

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO
Come già detto in precedenza il Barbaresco è prodotto dal vitigno Nebbiolo nelle sue sottovarietà Michet, Lampia e Rosè. Il vino deve essere sottoposto ad un periodo di invecchiamento di almeno due anni e conservato per almeno un anno in botti di rovere o di castagno. Il periodo di invecchiamento viene calcolato a decorrere dal 1° gennaio dell’anno successivo alla raccolta delle uve.
Le uve destinate alla vinificazione, sottoposte ad una cernita preventiva, devono assicurare al vino una gradazione alcolica complessiva minima naturale di 12% vol.
Il Barbaresco sottoposto ad un periodo di invecchiamento non inferiore a quattro anni può portare come specificazione aggiuntiva la dizione “riserva”.
La vinificazione, come anche l’invecchiamento, devono essere effettuate nel territorio d’origine, secondo pratiche tradizionali.
Le caratteristiche organolettiche di questa DOCG sono:
Colore: rosso granato con riflessi aranciati;
Odore: profumo caratteristico, etereo, gradevole, intenso, con profumo di violetta;
Sapore: asciutto, pieno, robusto ma vellutato e armonico.

ABBINAMENTI CONSIGLIATI
Il Barbaresco DOCG è considerato uno dei migliori vini da arrosto, ma si accompagna molto bene anche con il pollame, la selvaggina, i brasati e i formaggi stagionati. Si consiglia di servirlo a 18-20°C, ricordandosi di aprire la bottiglia almeno una o due ore prima di portarlo a tavola.